Canapa Filo&Fibra

Particolare di tessuto in canapa

LA CANAPA PER I TESSUTI: USI E STORIA

Utilizzata fin dall’antichità per vari usi, la Canapa è usata anche per produrre tessuti  adatti a creare abiti. Vediamo insieme quale è la storia della canapa e come è stata utilizzata nel tempo.

La Canapa é una fibra tessile estratta, mediante macerazione e battitura, dal libro della pianta omonima (Cannabis sativa) una pianta erbacea con alto fusto (da 2 a 6 metri). Originaria dell’Asia centrale è coltivata oggi in molte regioni a clima temperato o temperato/freddo, quali tutta l’Europa e l’Italia in particolare. II filato che si ottiene è molto robusto e resistente ed é impiegato per tessuti sia da arredamento che da abbigliamento. La canapa è un tessuto robusto che non richiede particolari attenzioni: può essere tranquillamente lavata in lavatrice

ALTRI USI – corde, stoppa, carta, sostanze oleose per illuminazione ed energia, cosmesi, alimentazione (ricotta, pasta, birra, tisane, tofu), farmacologia, mangime per animali, pellet, eco-mattoni isolanti, bioplastiche.

Quali sono i pregi della canapa?

  • Robustezza e resistenza
  • Biodegradabile
  • Impiegabile in diversi usi per la tutela dell’ambiente
  • Tessuto lavabile in lavatrice
  • Se lavata correttamente si ammorbidisce migliorando costantemente con il tempo

 

TRATTAMENTI CONSIGLIATI

Dal lavaggio alla stiratura i nostri consigli

Lavaggio:

  • A mano (preferibile): usare un detersivo completamente naturale e delicato e risciacquare subito con cura in acqua pulita in quanto i residui di sapone possono rilasciare cellulosa, la quale potrebbe ossidarsi e lasciare delle macchie marroni sul tessuto.
  • In lavatrice: impostare un ciclo per capi delicati e usare un detersivo delicato completamente naturale. Se il capo è già stato lavato in precedenza, si può impostare qualsiasi temperatura, se il capo è stato prima tinto, è consigliabile lavarlo in acqua fredda. Si consiglia di aggiungere 250 ml di aceto bianco nel ciclo di risciacquo per aiutare a rimuovere tutte le tracce di sapone e per ammorbidire la canapa.

Asciugatura:

  • L’uso dell’asciugatrice, se impostata ad un ciclo delicato, non è sconsigliato ma è preferibile stendere e lasciare asciugare all’aria il più spesso possibile.
  • Se si usa l’asciugatrice, evitare temperature elevate e rimuovere il capo prima che sia completamente asciutto.
  • Tenere presente che stendere il capo al sole, tende a far schiarire leggermente la canapa.

Stiratura:

  • È consigliabile stirare il capo quando è ancora leggermente umido.
  • Stirare al rovescio se il tessuto di canapa è colorato.
  • Non usare la candeggina sulla canapa in quanto il cloro contenuto, macchierebbe immediatamente la canapa
  • Per smacchiare, usare solo sapone naturale su quel punto
  • Non lavare a secco la canapa in quanto tenderà a restringersi e a rovinarsi.

Avvertenze:

    • Non usare la candeggina sulla canapa in quanto il cloro contenuto, macchierebbe immediatamente la canapa
    • Per smacchiare, usare solo sapone naturale su quel punto
    • Non lavare a secco la canapa in quanto tenderà a restringersi e a rovinarsi.