Cassetta di cottura in legno (tradizionale)

240,00

(15 recensioni dei clienti)

3° CLASSIFICATA AL CONCORSO “SMART TALKS” 2021 – CAMPIONI DI SOSTENIBILITÀ. Leggi di più!

La scatola di cottura che recupera le tradizioni sane e antiche della cultura popolare, come quella della cottura lenta dei cibi in chiave innovativa.

La nostra cassetta è uno strumento versatile e funzionale, adatto ad un concetto di vita veloce ma di qualità. Adatto per :

•  le preparazioni che richiedono una cottura lenta (quali legumi, zuppe, minestroni, stracotti) consentendo un notevole risparmio energetico e l’esaltazione dei sapori.
• la fermentazione (prova lo yoghurt!)
• la lievitazione della pasta madre per pane e schiacciate
• per mantenere freddi i cibi e  le bevande nelle cene estive.

NB. Produciamo la cassetta con 3 tipi di legno: cipresso, abete e castagno. La cassetta “Castagno” ha il manico.

Leggi l’articolo di Repubblica.it sulla cassetta!

Domande? Dubbi? Visita la nostra sezione con le risposte ai tuoi interrogativi.

Categoria:

Descrizione

La cassetta di cottura tradizionale è formata da una scatola esterna in legno (cipresso, abete o ulivo), foderata internamente con tre cuscini, due quadrati e uno rettangolare in cotone, imbottiti di pura lana vergine lavata, carbonizzata e cardata. Dotata di tappo con o senza manico.

I materiali quali il feltro, la lana, il cotone, sono prodotti di qualità, nel rispetto della sostenibilità e degli animali e derivanti da una lavorazione a filiera corta e documentabile. in Toscana.  I materiali utilizzati sono naturali e biodegradabili, ecco perchè il prodotto è esente da plastiche (plastic free).

Scopri di più sulla storia del feltro!

Dimensioni:

Larghezza: cm 32
Profondità: cm 32x
Altezza: cm 35

Alcune piccole variazioni sono dovute al tipo di lavorazione totalmente artigianale che rendono il prodotto unico.

Come funziona la Cassetta di Cottura

  • La cottura:

Le prime fasi della preparazione avvengono in modo tradizionale sulla fiamma o altra emissione di calore, si aggiungono gli ingredienti, si regola la sapidità, si porta a ebollizione per un tempo variabile da 10 min. ad un’ora a seconda del tipo di pietanza, e si introduce velocemente il recipiente coperto nella cassetta. Quindi si chiude lasciando in cottura senza fiamma per un tempo che varia da 20 min a 7-8 ore o anche più.

  • Il principio:

Sfruttando il principio di inerzia termica della lana di pecora con cui è coibentata la cassetta, il calore accumulato all’interno del recipiente sarà sufficiente per la cottura. Non necessita di sorveglianza, siamo in assenza di emissioni di calore, nè dell’aggiunta di liquidi poichè non c’è praticamente evaporazione e il cibo non si attacca al fondo. Terminato il tempo stabilito avremo la nostra pietanza cotta, calda e gustosa.

Per il mantenimento del fresco o freddo, basta mettere nella cassetta le pietanze e bevande fredde che si manterranno a lungo tali, grazie all’isolamento termico della lana.

  • Precauzioni e consigli :
  1. La cassetta di cottura NON si mette sul fuoco.
  2. A fine cottura arieggiare i cuscini per eliminare eventuale condensa.
  3. La cassetta non deve essere spostata durante l’utilizzo, contiene alimenti molto caldi.
  4. Per proteggere i cuscini dal calore della pentola inserire un telo di cotone intorno ad essa.
  5. Chiudere bene il coperchio della pentola per non fare uscire il vapore.
  6. Utilizzare meno acqua o liquidi in genere rispetto alla cottura tradizionale.

Vuoi personalizzare la tua cassetta?

Contattaci per scegliere il colore, il logo  e l’abbinamento che preferisci.

Informazioni aggiuntive

Scegli il modello

Lavanda, Ginestra

Composizione:

Scatola costruita con legni provenienti dalle zone di San Casciano dei Bagni (SI) trattata con olio. La coibentazione interna è costituita da cuscini di cotone, imbottiti di lana cardata proveniente dalle pecore dei nostri allevatori. La lana è materia isolante che mantiene le temperature dei cibi inseriti in cassett

Utilizzo attivo:

Cottura di cibi, coltura dello yogurt e della pasta madre.

Utilizzo passivo:

mantenimento di cibi o bevande fredde per una cena estiva all’aperto. Contenitore per picnic come facevano le nonne delle nonne. Si consiglia l’utilizzo di pentole di terracotta ma anche con quelle in acciaio si ottengono ottimi risultati.

15 recensioni per Cassetta di cottura in legno (tradizionale)

  1. Alessandra

    Molto utile per verdure brodo ma anche arrosti fa penetrare il sapore dei condimenti tutto diventa più saporito.

  2. Cristina

    Fantastica i fagioli ed i ceci vengono benissimo . Cottura perfetta non si rompono e sono saporiti ! Ho provatolo anche con i carciofi alla giudia e con la polenta ! Continuerò a sperimentare ricette nuove!

  3. gloria

    Da due anni sperimento e utilizzo la cassetta di cottura. I risultati sono stati inaspettati: sapore, consistenza e totale assenza di tempo da dedicare alla cottura rende la cassetta una scatola magica. Mentre faccio colazione preparo il cibo, lo deposito in cassetta e me ne vado. Al ritorno cibo pronto e gustoso!

  4. gloria

    Da due anni sperimento e utilizzo la cassetta di cottura. I risultati sono stati inaspettati: sapore, consistenza e totale assenza di tempo da dedicare alla cottura rende la cassetta una scatola magica. Mentre faccio colazione preparo il cibo, lo deposito in cassetta e me ne vado. Al ritorno cibo pronto e gustoso!

  5. Cristina

    È incredibile! L’ho usata per cucinare fagioli e ceci e sono venuti benissimo! I fagioli non si rompono e raggiungono la cottura come una volta si faceva vicino al camino sulla cenere!
    L’ho anche usata per fare i pomodori ripieni di riso e per fare la polenta (incredibile non si attacca!!) Provatela!

  6. Andrea

    È incredibile! L’ho usata per cucinare fagioli e ceci e sono venuti benissimo! I fagioli non si rompono e raggiungono la cottura come una volta si faceva vicino al camino sulla cenere!
    L’ho anche usata per fare i pomodori ripieni di riso e per fare la polenta (incredibile non si attacca!!) Provatela!

  7. Maria

    Non disperde sapori e cuoce al punto giusto. Ottima per il ragù, spezzatini, patate e verdure. Meravigliosa per le minestre!

  8. Simona

    Ho i iziato ad usare la cassetta tutti giorni per cuocere la pasta risparmiando ogni volta 10/12 minuti di tempo e di gas. Poi ho cotto polenta(senza dover stare a girare continuamente rischiando di bruciarsi o di farla attaccare. Anche i risotti vengono ottimamente così come minestrone, verdure lesse e anche il roast beef. È un xgra ndissimo risparmio di tempo e di gas. È ECOLOGICA

  9. Simona

    Non riesco a finire la recensione, dopo un po’ mi sparisce tutto oppure mi dice he la ho già fatta, ma non compare. Comunque Sony molto soddisfatta della scatola fa risparmiare tempo, gas e viene tutto molto gustoso

  10. Laura

    Tornare a casa e trovare la cena pronta , a chi non piace…e in un più piena di sapore e risparmiando .
    Questa è la cassetta di cottura , tu fai l’inizio e al resto ci pensa lei .
    Bolliti , spezzatini , legumi , ragù, minestre ,risotti , brasato , polenta ecc..ecc…ecc….ecc..
    In una parola “meravigliosa “.
    A dimenticavo ..non importa essere degli esperti in cucina , bastano le basi . Contenta !!

  11. Laura

    Meravigliosa, molto utile per chi non ha tempo di cucinare , tu imposti il cibo che vuoi lo metto nella cassetta vai al lavoro , a fare la spesa ecc…. quando torni è tutto cotto e pronto .
    La migliore amica in cucina.

  12. Anna Maria (proprietario verificato)

    Ho provato la cassetta per ora solo coi legumi: risultato grande e sforzo minimo!!! Cottura perfetta e sapore esaltato. Oltre al risparmio energetico, che già di per sé sarebbe sufficiente. Io ho la versione in feltro, leggera, maneggevole e comoda anche “in trasferta”. Consiglio vivamente!!

  13. Luisa

    Per Natale ho ricevuto la cassetta di cottura. Che meraviglia!

    Ho deciso di provarla subito anche se non mi era ancora molto chiaro come. Dopo aver guardato qualche tutorial su Youtube , mi sono armata di coraggio e un po’ di fantasia…..
    I primi esperimenti sono andati benissimo ,come spesso succede ai principianti ,poi c’è stato anche qualche errore di percorso . E’ importante capire il principio della cottura lenta ad inerzia ed una volta acquisito il concetto , tutto diventa semplice e a dir poco geniale. Essenziale da ricordare è che essendo una cottura senza evaporazione, ci vuole molto meno liquido che per una cottura inforno o sui fornelli. E’ perfetta per le cotture di cibi che hanno bisogno di cotture lunghe come carni in umido, minestroni, zuppe, legumi e marmellate, per la fermentazione (preparazione di yoghurt), per mantenere cibi e bevande freddi nelle giornate calde d’estate.
    Non potrò più vivere senza!

    Luisa

  14. Luisa Donati

    Per Natale ho ricevuto la cassetta di cottura. Che meraviglia!

    Ho deciso di provarla subito anche se non mi era ancora molto chiaro come. Dopo aver guardato qualche tutorial su Youtube , mi sono armata di coraggio e un po’ di fantasia…..
    I primi esperimenti sono andati benissimo ,come spesso succede ai principianti ,poi c’è stato anche qualche errore di percorso . E’ importante capire il principio della cottura lenta ad inerzia ed una volta acquisito il concetto , tutto diventa semplice e a dir poco geniale. E’ perfetta per le cotture di cibi che hanno bisogno di cotture lunghe come carni in umido, minestroni, zuppe, legumi e marmellate ma non solo. E’ molto efficiente anche per la fermentazione (preparazione di yoghurt), per mantenere cibi e bevande freddi nelle giornate calde d’estate.

    Non potrò più vivere senza!

  15. Fulvia

    E’ più di un anno che la uso ormai per tutto. Anche per cotture non particolarmente lunghe, ma che andrebbero altrimenti curate se direttamente sul gas, e invece nella cassetta me le posso dimenticare. Dalla cottura di legumi, minestre, cereali integrali come farro e riso. Il ragù di carne, polpette, brasati. Mi piace tantissimo pensare che oltre ad avere cibi ottimi, cottura lenta, l’uso della cassetta fa un regalo all’ambiente. Per ogni mc di gas non utilizzato, si risparmiano all’ambiente circa 1,8 kg di CO2 che si producono utilizzando un fornello medio per circa 10 ore. Beh, in un anno e più almeno 20 kg di CO2 l’ho risparmiata….lo trovo fantastico!
    Un piccolo contributo che ciascuno di noi può dare all’ambiente!!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in cima